Discography

Leader - Co-leader - Sideman / select


POLYFEMO

Polyfemo
Antonello Messina (accordion)
Umberto Forentino (guitar)
Michael Rosen (saxophone)
Luca Pirozzi (electric bass & double bass)
John B Arnold (drums).

"A new album is always a great adventure involving a fair bit of hard work. This is probably the reason why this album is named Polyfemo: there is something cyclopean and at the same time microscopic in the way our lives unfold. To better see and understand life, we sometimes have to close one eye, use a bigger lens, lay bare our thoughts."
Antonello Messina

by Antonello Messina (2013 AM / Music)
Listen to Polyfemo

  • CD ORDER

    If you want to buy one or more copies of Polyfemo, send an e-mail to the following address (please write your first name, last name and address): info@antonellomessina.it

    Price: 30 CHF / 25 Euros (shipment included)
    * Once your payment has arrived, the CD will be sent to your address by "PRIORITY A" mail (the fastest form of shipment), safely wrapped in a cardboard box. Shipping is included in the price of the CD. Means of payment:
    1. inpayment slip (Einzahlungsscheine, bulletin de versement, only from Switzerland)
    2. bank payment order
    3. paypal
    * Please specify your preferred means of payment to get further details. Once your payment has arrived, the CD will be sent to your address by "PRIORITY A" mail (the fastest form of shipment), safely wrapped in a cardboard box.
    Digital format: You can now purchase a digital copy of Polyfemo. For 13 CHF / 9.99 Euros you will receive the tracks in mp3 format and a jpg. image of the front cover through Dropbox.

    ALBUM INTRODUCTION:
    "A new album is always a great adventure involving a fair bit of hard work. This is probably the reason why this album is named Polyfemo: there is something cyclopean and at the same time microscopic in the way our lives unfold. To better see and understand life, we sometimes have to close one eye, use a bigger lens, lay bare our thoughts.
    Antonello Messina


    AZIYZ

    Polyfemo
    Antonello Messina (accordeon / piano & bandoneon)
    Fabrizio Bosso (trumpet & flugelhorn)
    Luca Lo Bianco (double bass)
    Ettore Fioravanti (drums)
    Guest:
    Peppe Voltarelli (voice)
    Fabio Rizzo (saxophone)

    "Un vibrante progetto di esordio, quello del talento multiforme di Antonello Messina, eccezionale polistrumentista. Aziyz si presenta come un disco rigoroso, diverso perchè non rinuncia al piacere di battere nuovi sentieri e di sorprendere. Un progetto nel quale Antonello Messina è riuscito a fondere le migliori sonorità popolari con le improvvisazioni jazz che sono la cifra del suo magistero musicale."
    A.Ingrassia

    by Antonello Messina (2006 Dodicilune)  

    INTRODUZIONE

    " AZIYZ, un cd di Jazz comprensibile a tutti. Esordio dell'artista palermitano: Antonello Messina. Abbiamo ascoltato la musica di Antonello Messina con curiosità e interesse. Un siciliano che va all’estero per lavorare è cosa frequente, non meraviglia più di tanto. Un siciliano innamorato della Sicilia, impregnato fino al midollo del profumo di arance e mandarini, negli occhi il colore del mare, che parte non con la valigia di cartone ma con la custodia della fisarmonica e si stabilisce in Svizzera per diventare, suo malgrado, un suonatore mitteleuropeo, è un po’ più insolito.
    E se i brasiliani lontani dalla loro terra soffrono la “saudade”, cosa fa questo grande musicista, che ha suonato per anni tutte le tastiere con alcuni tra i più grandi artisti in circolazione, con il jazz nell’anima e la coppola in testa? Torna a Palermo a chiudersi in sala d’incisione, coadiuvato da alcuni eccellenti strumentisti, e registra un disco d’esordio con le sue composizioni, un CD che si propone di offrire un jazz comprensibile a tutti.
    Aziyz, CD d’esordio di Antonello Messina ha il pregio di svelare a piccoli pezzetti la tecnica raffinata di questo concertista dalla cifra stilistica elevata, che fonde l’improvvisazione tipica del jazzista talentuoso alla ricerca continua del nuovo con il rigore compositivo dei suoi brani, pervasi da un’intensità emotiva che trasuda dalla prima all’ultima nota e lascia l’ascoltatore col desiderio di scoprire, ad ogni nuovo ascolto, nuove sonorità.
    I dieci brani della raccolta sono un caleidoscopio di suoni e colori, la struttura compositiva dei pezzi esalta le capacità espressive dei musicisti , lasciando spazio ora al sassofono, ora alla tromba, una fantasia ritmica che le tastiere di Antonello non soffocano mai, a volte sommesso tessuto connettivo, altre volte protagoniste imperiose.
    Il piano, la fisarmonica, il bandoneon, fraseggi intensi, che fermano il tempo: sembra avere cento mani, per regalarci una profondità sonora che contribuisce a rendere tangibile questo percorso fatto di canzoni senza parole, perle di una collana che raccontano storie, colori, sapori e quando il pezzo sfuma ti meravigli che sia già finito. Un brano con le parole, in verità, c’è: in fondo, Milonga, con la voce di Peppe Voltarelli che narra di sogni, mare, visioni. Evocativi e intensi gli altri brani: Schaan, che apre il cd, con un’eco vagamente balcanica, Camelot, che risuona di onori e cavalieri, Soliloquio, dal respiro esoterico, impreziosita dal sax di Fabio rizzo, Aziyz… Inoltre, due concessioni, nel disco, a due autori molto diversi eppure classici entrambi: la storica “Waltz for Debby”, omaggio all’amato Bill Evans, riletta pregevolmente, ed una originalissima versione dell’ “orologio americano” di Ivano Fossati, superba testimonianza di come far rivivere in modo assolutamente personale un pezzo celebre, un tessuto melodico di rara bellezza che si evolve in un’eruzione di note dall’impatto violento e accattivante, per ritornare poi come un fiume dopo la iena nella foce del dettato fossatiano. Il tutto in un corale affiatamento reso possibile anche dalla maestria incontestabile di Fabrizio Bosso (Tromba & Flicorno) Luca Lo Bianco (Contrabbasso) Ettore Fioravanti (Batteria), per un progetto di viaggio, una metafora della musica in perenne divenire. In attesa del prossimo approdo, ascoltiamoci Aziyz, Antonello Messina, etichetta Dodicilune."

    by Alberto Lo Passo